Visitare Praga in 3 giorni: cosa non perdere

visitare praga in 3 giorni

L’ultimo nostro viaggio ci ha portati a Praga: tre giorni nella capitale ceca tra piatti tipici, storia e viste panoramiche.
L’occasione è arrivata quando, come ho raccontato in questo post, mesi fa abbiamo trovato un’offerta per un volo a/r ad un prezzo pressoché stracciato. E così, qualche mese dopo, eccoci a Praga per scoprire la sua storia, per immergerci nei vicoli del suo centro storico, per vivere le serate a Malá Strana e per togliere dalla lista uno dei tanti luoghi che prima o poi avrei voluto vedere.

visitare praga in 3 giorni

State pensando a qualche idea per un week end? Se vi piacciono le cittadine piccole dove muoversi a piedi in un clima raccolto ed accogliente, visitare Praga  in 3 giorni è proprio ciò che fa per voi.

Cosa vedere a Praga

Piazza delle Città Vecchia e Staré Mesto

Staré Mesto è il cuore pulsante di Praga, il centro storico che si divide tra piazze medievali e vicoli che si intrecciano come in un labirinto.
Proprio in questo quartiere si trova la famosa Piazza della Città Vecchia che, oltre ad essere un facile punto da dove iniziare a visitare Praga, offre la vista del famoso Orologio Astronomico.
Solitamente non sono una grande fan dei tradizionali rintocchi di orologi che ad ogni ora raccolgono attorno a sé centinaia di persone, eppure questa volta anche io mi sono fermata ad ascoltare i rintocchi e a vedere funzionare il marchingegno dell’orologio.
Risalente alla fine del 1400, questo orologio pare essere un vero esempio di eccellenza tecnologica: allo scoccare di ogni ora dalle 9 alle 21 la gente si raduna sotto l’orologio per vedere la “sfilata dei 12 apostoli” – ossia dodici statuette rappresentanti gli apostoli che per la durata dei rintocchi escono da due finestrelle alternandosi due per volta.
La bellezza di questo orologio è data anche dalla piazza che lo ospita; contornata da case colorate in stile barocco e da edifici religiosi colmi di guglie altissime, la piazza è un continuo via vai di gente. Proprio qui mi sono resa conto che mai mi sarei aspettata una città così trafficata e colma di turisti.
Nonostante la bellezza di questa piazza, se anche a voi piacciono i luoghi più raccolti e tranquilli da vivere, meglio spostarsi verso altri quartieri.

Malá Strana

Malá Strana è probabilmente il quartiere che più mi è piaciuto durante i miei tre giorni a Praga. Ai piedi del castello e sfiorato dal fiume, questa zona della città è ricca di locali e ristoranti che ne rendono vive le vie, affascinanti sia di giorno che con le luci della sera.

DSC_9649

Per godere al meglio di questo quartiere consiglio semplicemente di camminare lungo le sue strade e perdersi un po’ per questi vicoli scoprendo scorci inaspettati.
E’ stato proprio così che, quasi per caso, abbiamo scoperto il Lennon Wall. Si tratta di una grande muro completamente ricoperto da graffiti che sin dagli anni ’80 sono stati dedicati a John Lennon e ai Beatles. Un’esplosione di colori, una vera e propria opera d’arte nel cuore della città.

visitare praga in 3 giorni

Da Malá Strana poi, sono facilmente raggiungibili sia il castello che la collina di Petrín. La collina è un vastissimo parco che domina la città e che ospita anche una visibilissima riproduzione della tour Eiffel ad altezza ridotta e da cui è splendido godere dei tetti rossi delle case dall’alto.

Ponte Carlo

Visitare Praga in 3 giorni vuol spesso dire percorrere innumerevoli volte il Ponte Carlo, l’attrazione più famosa della città tanto che, il via vai di turisti su di esso è davvero incessante. Completamente pedonale, il ponte è arricchito da una serie di statue che – sia al mattino che all’ora del tramonto – rendono il tutto ancora più suggestivo.

DSC_9808
Volete sapere una curiosità su queste statue? Ad un certo punto del ponte troverete un po’ di gente sostare ai piedi di quella raffigurante San Giovanni Napomuceno: pare che toccare questa statua, oltre che portare fortuna, farà un giorno anche ritornare a Praga!
Consiglio di camminare sul ponte a tarda sera, da qui la vista verso il castello illuminato è davvero speciale.

Castello di Praga

Domina la città dall’alto e ammirarlo è un vero piacere; il Castello di Praga è un grande complesso di edifici tra cui svetta senza dubbio la Cattedrale di San Vito – visibile pressoché da ogni punto della città.
Questo luogo è veramente molto turistico ma se decidete di visitare Praga in 3 giorni è davvero imperdibile. Consiglio perciò di vederlo molto presto al mattino ma – se come noi non avete intenzione di visitare l’interno della cattedrale – potete decidere di andare la sera ed entrare al castello assaporando la quiete di un luogo molto suggestivo.
La parte esterna del castello e i giardini sono visitabili gratuitamente ma per accedere alla cattedrale e ad altri edifici è necessario l’acquisto del biglietto. Con questo è inoltre possibile vedere anche la Golden Lane, un piccolo vicolo caratteristico per le sue case colorate che un tempo ospitarono personaggi piuttosto illustri dell’epoca e che ora sono sede di alcune botteghe di artigiani.

DSC_9764
Se siete solo interessati a vedere la Golden Lane, andate al Castello la sera e potrete accedervi gratuitamente senza l’acquisto di biglietti. Di giorno invece, come detto prima, è necessario pagare l’ingresso.
Consiglio inoltre di raggiungere il castello a piedi. Sono varie le strade percorribili dal centro, tutte in salita ma perfette per godere di nuovi scorci della città e per raggiungere il piazzale adiacente al castello da cui godersi una splendida vista su Praga.

visitare praga in 3 giorni

Josefov, il quartiere ebraico

Ci tenevo particolarmente a visitare Josefov il quartiere ebraico, proprio come mi era successo per Amsterdam.
Per accedervi è necessario l’acquisto di un biglietto che, a seconda del tour che si sceglie (se ne possono scegliere tre differenti) è possibile visitare il museo, il cimitero ebraico ed una serie di sinagoghe situate in vari punti del quartiere.
Non è da nascondere l’impatto emotivo che genera un tour di questo genere, in particolare il silenzio ed il raccoglimento all’interno del cimitero ebraico. Pare che qui siano presenti circa dodicimila tombe anche se si pensa che le persone sepolte siano decisamente di più.

visitare praga in 3 giorni

Casa Danzante

Se cercate online immagini di Praga, certamente quella della casa danzante sarà una tra le più visualizzate. Si tratta di un esempio di architettura moderna che si distingue dal restante stile cittadino ma che si integra in maniera perfetta.
Il movimento sinuoso di uno dei due edifici li fa proprio sembrare come due ballerini intenti a ballare. Ecco perché un’ulteriore soprannome dato alla casa danzante è quello di Fred e Ginger – a ricordo dei famosi ballerini Fred Astaire e Ginger Rogers.
Raggiungere la casa danzante è davvero semplice: basta percorrere il fiume fino al Jiraskuv Bridge e in un attimo ve la troverete di fronte!

Per ulteriori racconti ed idee per visitare Praga in 3 giorni, continuate a leggere i prossimi post!

Lascia un commento