Trekking in Liguria: da Camogli a San Fruttuoso

Ho iniziato ad apprezzare la Liguria da poco tempo. E’ una regione così vicina alla mia eppure non le ho mai dato molta attenzione, o almeno non quella che merita. Negli ultimi anni invece mi è capitato di passarci del tempo più volte e, devo ammettere, è davvero una splendida parte d’Italia.
La Liguria però non è solo mare e spiagge, pesto fresco o piatti di pesce in ristoranti dalla vista mozzafiato. La Liguria, proprio per la sua conformazione quasi a picco sul mare, offre anche grandi possibilità per gli appassionati di trekking; durante uno degli scorsi week end ho infatti provato uno dei sentieri più battuti della regione: 5 Km di camminata dalla media difficoltà da Camogli all’Abbazia di San Fruttuoso.

Il sentiero parte proprio dal caratteristico paese di Camogliun continuo saliscendi di stradine e scalinate che si intrecciano tra le case dal classico colore rosa e culminano proprio al mare. Il porticciolo è la parte del paese che preferisco, dove i colori delle barche si mischiano a quelli tenui delle case e la vita sembra davvero scorrer lenta.

Photo by Lorenzo Reffo
Porticciolo di Camogli – Photo by Lorenzo Reffo
DSC_4926
Basilica di Santa Maria Assunta, Camogli – Photo by Lorenzo Reffo

Lasciata la parte più frequentata del paese, il sentiero verso la località di San Fruttuoso parte in via San Bartolomeo dove una serie di gradini conducono in circa trenta minuti alla Chiesa di San Rocco.

Gradinata verso San Rocco, Camogli - Photo by Lorenzo Reffo
Gradinata verso San Rocco, Camogli – Photo by Lorenzo Reffo

Qui una sosta è d’obbligo, e non solo per prendere fiato ma anche per ammirare il panorama.

Panorama dalla Chiesa di San Rocco, Camogli - Photo by Lorenzo Reffo
Panorama su Camogli – Photo by Lorenzo Reffo

Da qui, i sentieri che si possono percorrere per arrivare all’Abbazia di San Fruttuoso sono due: uno per escursionisti esperti e l’altro invece, più facile, per chi abitualmente cammina lungo sentieri di montagna o collina.
Il primo sentiero viene indicato per escursionisti esperti in quanto, per alcuni tratti del percorso, è necessario camminare lungo la roccia tenendosi per sicurezza ad una catena di metallo incastonata alla montagna – motivo per cui io ho lasciato il piacere a Lorenzo, decisamente più esperto di me, di percorrerlo in compagnia della sua inseparabile reflex!

Percorso per escursionisti esperti, Camogli - Photo by Lorenzo Reffo
Percorso per escursionisti esperti, Camogli – Photo by Lorenzo Reffo

Il sentiero più semplice, ma comunque della durate di circa due ore, è stato quello che ho scelto di percorrere. Fino alla località di Pietre Strette, il percorso è in salita ma fortunatamente quasi tutto all’ombra dei boschi e al riparo dalla calura estiva con alcune aree di sosta e fontane dove potersi fermare per una breve pausa.
Da Pietre Strette in poi, seguendo il sentiero indicato con un cerchio rosso, il percorso è tutto in discesa – anche se non per questo meno faticoso. Si sa, in discesa i muscoli delle gambe lavorano ugualmente e spesso la possibilità di scivolare sulla ghiaia del sentiero non è da escludere; basta non avere fretta, prestare sempre attenzione senza dimenticarsi comunque di godersi il panorama!

Discesa verso San Fruttuoso, Camogli - Photo by Lorenzo Reffo
Discesa verso San Fruttuoso, Camogli – Photo by Lorenzo Reffo

Prima di arrivare finalmente a destinazione, a metà della parte in discesa del percorso, si trova un rifugio. Qui ci siamo fermati per una piccola pausa seduti ad un tavolo tra gli ulivi, con vista sul mare e un succo di mele biologico tra le mani.

Dopo qualche ora di camminata si arriva finalmente a destinazione.
La località di San Fruttuoso ospita l’omonima abbazia e una spiaggia dove i colori del mare sono davvero incredibili, quasi irreali. Qualche ristorantino, barche di turisti che vanno e vengono e l’incredibile voglia di tuffarsi in acqua!

San Fruttuoso, Camogli - Photo by Lorenzo Reffo
San Fruttuoso, Camogli – Photo by Lorenzo Reffo

Se decidete di effettuare questo trekking è meglio sapere che:
San Fruttuoso si può raggiungere solo a piedi o tramite il servizio di battelli, nessuna strada percorribile in auto può raggiungere questa località; l’ideale è quindi arrivare a piedi e tornare verso Camogli con il battello evitando così la lunga camminata del ritorno.
Prima di fare programmi, assicuratevi che i battelli siano presenti in quella giornata, spesso se le condizioni del mare non sono adatte il servizio viene sospeso.
♦ Nel caso in cui i battelli fossero sospesi, le possibilità sono quelle di tornare verso Camogli a piedi rifacendo il percorso di andata, oppure usufruire dei gommoni che fungono da taxi e che per cifre davvero esagerate vi possono ricondurre a destinazione. Nel caso decidiate per la seconda opzione, se vi è possibile cercate di trovare altre persone che possano salire in gommone con voi in modo da poter dividere il costo del servizio.

10 commenti

  1. 👏👏Che buffo anch io, toscana a pochi km dallaLiguria , l’ ho scoperta per organizzare tour per i miei clienti Americani….incredibile eh? ma è davvero bellissima😍

    1. Si, davvero molto bella! Ci sono scorci e paesini così caratteristici da lasciarci il cuore!

  2. Concordo, bellissima camminata…e bellissimo post!

  3. Adoro la Liguria, ci sono dei posti meravigliosi!
    A San Fruttuoso ero stata in gita alle medie, quindi parecchio tempo fa 😉 ma ho dei bellissimi ricordi.
    Ora di tornarci…

    1. Vero Serena, tornarci è sempre bello e secondo me anche in autunno una passeggiata così merita!

  4. La Liguria è la mia seconda casa! Ed essendoci andata in vacanza con i miei letteralmente da quando sono nata il monte di Portofino e tutti i suoi sentieri per me sono una sicurezza per apprezzare questa natura sorprendente e concedersi giornate di autentica gioia!
    San Fruttuoso è un posto magico… sarà per l’assenza totale di macchine e per il fatto che puoi arrivarci solo a piedi o in barca! Quanti ricordi legati a questi posti…
    Se dovessi tornarci, e te lo auguro con tutto il cuore, io ti consiglio sia il sentiero che da San Rocco scende a Punta Chiappa, un promontorio roccioso molto suggestivo, sia quello che porta al Semaforo Nuovo, un punto d’osservazione militare decisamente panoramico!

    1. Grazie del consiglio Mery!

  5. Sono di parte perché è la mia regione, ma è stupenda:-) comunque camogli, San Rocco ecc sono bellissime!

    1. the LondonHer dice: Rispondi

      Vero, bellissimi paesaggi!

Lascia un commento