Italia
comment 1

Milano: come cambiare idea su una città

Milano è grigia.
Milano è fatta di cemento e non ha spazi verdi.
Milano è sempre nebbiosa, la gente per nulla simpatica e il traffico è davvero indisponente.

Questo è ciò che ho sempre pensato del capoluogo lombardo.
Poi capita che ti trasferisci a Londra, in una delle metropoli dove ogni cosa è elevata all’ennesima potenza, dove il crogiolo di culture ti invade ad ogni angolo e il traffico ti innervosisce a qualunque ora del giorno. Capita che ti confronti ogni giorno con usanze differenti, che impari a guardare oltre e che superi le tue diffidenze, le paure del diverso.

milano

Non ho difficoltà a dirlo: se non avessi vissuto un po’ della mia vita Londra sarei rimasta ferma, ferma in alcuni miei pensieri, ferma nella conoscenza di alcuni lati del mondo.
Ferma, e quella sarebbe stata la cosa peggiore.

Londra mi ha aperto gli occhi, la mente e anche il cuore. Così anche Milano adesso ha tutto un altro aspetto.
Milano è la città più cosmopolita ed europea che possiamo trovare in Italia. La città della finanza, dove le mode arrivano prima di ogni altro luogo, dove eventi di ogni genere prendono luogo.
Ecco perché ho imparato ad apprezzare Milano: perché è sempre in movimento, mai statica.

Milano a piedi, itinerario di un giorno

Abbiamo trascorso la giornata a Milano muovendoci esclusivamente a piedi, dalla stazione della metropolitana Cadorna fino ai navigli.

Parco Sempione e Castello Sforzesco

Per chi come me credeva che Milano fosse solamente palazzi e strade dovrà cambiare idea. Forse non sarà la città più verde d’Europa eppure anche qui troviamo un angolo che lascia un po’ liberi dal caos cittadino.
Parco Sempione occupa una vasta area della città ed insieme al vicinissimo Castello Sforzesco rappresenta uno dei simboli di Milano.
Adoro passeggiare nei parchi, e farlo qui in una giornata di sole quasi primaverile ha reso il tutto ancora più rilassante; immagino che nella stagione estiva le piante fiorite lo rendano una vera e propria chicca milanese.

Brera

Desideravo passeggiare per le strade del quartiere di Brera ormai da un po’.

Avete presente quando state visitando una città ed improvvisamente una parte di essa ti catapulta improvvisamente in un’altra parte del mondo, come a ricordarvi un altro luogo già visto?
Ecco, camminare per Brera tra le sue vie pedonali, i negozi e i locali mi ha riportata per un po’ con la mente a Parigi. Chi lo sa perché? Sono quelle sensazioni inspiegabili della mente che infondo, a me piace davvero assaporare.

milano

milano

Brera è bella da scoprire anche solo camminando e con il naso all’insù ammirare i suoi palazzi. Ovviamente sto parlando del quartiere della famosa Pinacoteca, dell’Accademia di Belle Arti e di alcuni degli angoli più alla moda di Milano.

A proposito di aree verdi poi, sempre in questo quartiere si trova l’Orto Botanico di Brera, aperto da Aprile a Ottobre e con una superficie di circa 5000 mq.

Galleria Vittorio Emanuele II e Piazza del Duomo

Piazza del Duomo e la Galleria sono ovviamente tra i luoghi più battuti della città, dove scansare i turisti per camminare è ormai una consuetudine.

milano

Eppure l’imponenza del Duomo e la grandezza della Galleria fanno scordare il via vai di gente indaffarati a destreggiarsi tra selfie stick e borse piene di acquisti da shopping compulsivo.

milano

Museo del 900

Proprio in Piazza del Duomo si trova il Museo del 900. Il biglietto di €10 porta alla scoperta dell’arta contemporanea, un viaggio attraverso gli anni del 900 con alcune delle opere più famose. Ad aprire il museo infatti si trova il celebre dipinto “Il quarto stato” di Giuseppe Pellizza da Volpedo; ed in un battito di ciglia è come tornare sui banchi di scuola durante la lezione di arte.
Non di meno importanza è la vista che si ha sulla piazza dalla vetrata all’ultimo piano del museo: una visuale completa che rende davvero l’idea del movimento che ogni minuto popola questo punto nevralgico di Milano.

Colonne di San Lorenzo e Navigli

Da Piazza del Duomo raggiungere i Navigli è davvero semplice; proseguendo infatti lungo via Torino ci si dirige proprio verso i Navigli passando per le Colonne di San Lorenzo, una costruzione romana di colonne che segnano un po’ l’ingresso in una delle zone più battute di Milano per il famoso momento dell’aperitivo.

milano

I navigli e il mercato dell’antiquariato che qui si sviluppa, devo ammettere, hanno proprio un grande fascino su di me. Sarà la mia passione per i mercatini o per i borghi sull’acqua, chi lo sa.
La zona che di giorno è davvero un via vai di gente tra le bancarelle, inizia a trasformarsi col calare del sole in un susseguirsi di locali che propongono varie tipologia di aperitivo. Infondo, fare aperitivo ai Navigli è qualcosa di veramente local!

milano

 

 

1 Comment

  1. “Milano è la città più cosmopolita ed europea che possiamo trovare in Italia” . Condivido pienamente. E, negli ultimi anni, si è fatta addirittura più bella. Grazie, mi hai fatto fare una bella passeggiata mattutina :-)!
    Alice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *