All posts filed under: Viaggi

vacanze studio a malta

Malta: tra spiagge, studio e divertimento

Come già vi ho raccontato qui quest’estate sono stata a Malta, per la seconda volta. La prima volta risale a ormai tredici anni fa, quando per la prima volta partii per un viaggio da sola, una vacanza studio per la precisione. Ammetto che ai tempi non ero ancora particolarmente interessata alle esperienze di viaggio come invece le affronto oggi, eppure sono certa che anche quelle poche settimane trascorse sull’isola hanno segnato parte di quello spirito da vagabonda che mi accompagna oggi. Ora infatti credo fortemente che l’esperienza di un soggiorno studio sia un modo perfetto, oltre che per approfondire una lingua, per scoprire nuovi luoghi e nuove culture. Ecco perciò i motivi per cui – secondo me – una vacanza studio a Malta è un’opportunità da non perdere. Le spiagge L’isola al centro del Mediterraneo è circondata di acque dal colore quasi irreale e da spiagge altrettanto mozzafiato. Per non parlare poi del clima perfetto in ogni stagione: caldo ma ventilato d’estate e non troppo rigido d’inverno, un vero paradiso insomma. Sia a Nord che a Sud, …

Vacation planner

Vacation Planner stampabile

Mancano ormai poche manciate di giorni a Natale e così – un po’ per il mio sfrenato amore per le sorprese, un po’ per ringraziarvi del tempo che mi dedicate leggendo le pagine del blog – ho deciso di farvi un regalo. E’ un regalo molto semplice, un pensiero per chi come me ama viaggiare e ne sente il bisogno nonostante tutto e tutti. Per voi ho preparato un Vacation Planner stampabile! Che cos’è un Vacation Planner? Si tratta di un semplice libricino di poche pagine contenente tutte le informazioni utili che vi serviranno per il prossimo viaggio in programma. Scommetto però che vi state chiedendo perché si dovrebbero compilare fogli su fogli quando ormai con i tablet e gli smartphone si ha tutto a portata di mano? Beh, io che sono un po’ fatta alla vecchia maniera – come direbbero le nonne – adoro la carta, scrivere con penne e matite di ogni colore su fogli bianchi. Adoro riempire le pagine di ricordi e collezionarli poi uno dopo l’altro per poterli un giorno sfogliare di nuovo e ricordarmi di …

Photo via Google Search

Marsaxlokk: un colorato angolo di Malta

Il mio ritorno a Malta della scorsa estate ha riservato un sacco di belle sorprese: scorci, villaggi, abitudini e culture nuove. Un Paese che già avevo visitato ma che, in un certo senso, mi stava dando una seconda chance per essere davvero apprezzato, scoperto ed amato anche nei più piccoli dettagli. E uno dei migliori dettagli di Malta è, a mio parere, Marsaxlokk. Marsaxlokk è un villaggio di pescatori che si trova nella zona Sud Est dell’isola e che deve il suo nome allo Scirocco, il vento che abitualmente soffia provenendo dal Nord dell’Africa. Per descrivere al meglio questo paesino di mare la parola giusta è colore. Perché in contrasto con la classica colorazione ocra delle case, tipicamente proveniente dalle regioni arabe, si trovano invece tutte le sfumature di colore che si possono immaginare nelle finiture delle case, nelle imbarcazioni attraccate al porto che si chiamano iuzzu e, come se non bastasse, nell’azzurrissimo del mare. Ho pranzato seduta di fronte al porto insieme a centinaia di gabbiani che, forse più affamati di me, cercavano di rubare …

san-fruttuoso

Trekking in Liguria: da Camogli a San Fruttuoso

Ho iniziato ad apprezzare la Liguria da poco tempo. E’ una regione così vicina alla mia eppure non le ho mai dato molta attenzione, o almeno non quella che merita. Negli ultimi anni invece mi è capitato di passarci del tempo più volte e, devo ammettere, è davvero una splendida parte d’Italia. La Liguria però non è solo mare e spiagge, pesto fresco o piatti di pesce in ristoranti dalla vista mozzafiato. La Liguria, proprio per la sua conformazione quasi a picco sul mare, offre anche grandi possibilità per gli appassionati di trekking; durante uno degli scorsi week end ho infatti provato uno dei sentieri più battuti della regione: 5 Km di camminata dalla media difficoltà da Camogli all’Abbazia di San Fruttuoso. Il sentiero parte proprio dal caratteristico paese di Camogli; un continuo saliscendi di stradine e scalinate che si intrecciano tra le case dal classico colore rosa e culminano proprio al mare. Il porticciolo è la parte del paese che preferisco, dove i colori delle barche si mischiano a quelli tenui delle case e la vita sembra …

front

Cosa vedere a La Valletta

Non so esattamente cosa mi aspettassi dalla capitale maltese. L’avevo già visitata circa tredici anni fa, ma ritornare in un luogo da adulti e con la giusta maturità per capirlo e goderselo è davvero soddisfacente. La Valletta è una città ricca di fascino e carattere tanto da risultarmi difficile pensare che non possa piacere. Ciò che personalmente mi ha colpita di più è sicuramente il suo carattere così mediorientale. La città infatti – nella lingua, nelle usanze e nell’architettura – è stata fortemente  influenzata dalle culture arabe, ritrovandosi così ad essere un luogo – forse senza troppe attrazioni da offrire – ma ricco di carattere e personalità. Cosa vedere a La Valletta? Il modo migliore per godersi la città e quello di camminare tra i suoi vicoli. La Valletta infatti, si sviluppa attraverso una serie di innumerevoli vie che, tra salite e discese, si intrecciano regolarmente senza alcun pericolo di perdere il senso dell’orientamento. Così facendo è facile ammirare soprattutto le case tipiche del posto. Il colore che prevale è quello ocra dei mattoni utilizzati per la costruzione, intervallato dalle differenti …

vacanze studio a malta

Malta: le mie spiagge preferite

La mia prima volta a Malta risale a ben tredici anni fa. Avevo quasi sedici anni e i miei genitori, con mio grande entusiasmo, mi mandarono in vacanza studio per un paio di settimane in questa splendida perla del Mediterraneo. Ammetto che a quell’epoca ancora non si era insediato in me lo spirito avventuroso e da viaggiatrice che ora invece si fa prepotentemente sentire. Avevo passato quindici giorni in compagnia di altri ragazzi, per la prima volta in vacanza da sola senza genitori: cosa si può volere di più quando si è adolescenti? Col passare degli anni però, ripensando a Malta, l’amaro in bocca mi ricordava quanto fossi stata troppo superficiale e quanto mi fossi persa non apprezzandone ogni suo minimo dettaglio, la sua storia e la sua cultura. Quest’anno però ho avuto l’occasione di ritornarci, con occhi più maturi ed affamati di mondo. Malta ha i suoi colori, difficile non rimanerne affascinati. Appena uscita dall’aeroporto della capitale, il primo pensiero – esattamente come quello di tredici anni fa – è quello di trovarmi in un …

cambridge1

6 mete per una giornata fuori Londra

Finalmente torno a parlarvi del mio amatissimo Regno Unito! In questi anni di blog vi ho raccontato tutti i luoghi che ho visitato con foto, aneddoti ed informazioni utili ma oggi voglio raccoglierli (almeno parte di essi) in un unico post e raccontarvi 6 day trip organizzabili da Londra. ♦ Brighton Una delle più famose città di mare del South England, Brighton si trova a solo un’ora di treno da Londra. Affollata d’estate da ragazzi di tutto il mondo che qui vengono a studiare l’inglese, la città ha uno spirito molto giovane apprezzabile principalmente lungo la spiaggia di giorno e tra i locali della movida di notte. Brighton però non è solo spiaggia e mare ma anche cultura; infatti è in questa città che si trova il Royal Pavilion, palazzo in stile orientale decisamente insolito da trovare in questa zona. ♦ Cambridge La città delle Università e di famosissimi personaggi che proprio qui hanno studiato e perfezionato le loro teorie come Isaac Newton. A Cambridge si fa passo indietro nel tempo per ammirare, tra i ponti sul fiume Cam e i …

dscn9216

Toscana: 3 giorni tra i borghi senesi

Lo scorso week end in Toscana è stato solo una conferma: la regione di Dante, dei vigneti a perdita d’occhio e dei casali sperduti in campagna è sicuramente una delle mie preferite. Del resto non è difficile innamorarsene. Il paesaggio – dagli antichi borghi alla campagna -, il cibo e il vino sono solo alcuni dei motivi che rendono questa regione una delle più amate dai viaggiatori di tutto il mondo. Per trascorrere qualche giorno nella campagna senese, l’ideale è trovare come punto base in cui dormire un casale o un agriturismo in modo da rendere l’esperienza di viaggio decisamente più local. Da qui, soprattutto se amate esplorare i luoghi in auto, potrete creare il vostro itinerario e perciò decidere cosa più vi interessa vedere. Il nostro viaggio, iniziato con qualche imprevisto che vi ho raccontato qui, ci ha visti soggiornare in uno splendido casale all’interno del quale è stato ricavato un appartamento (self catering) che i proprietari mettono a disposizione per i viaggiatori, immerso nella natura e a poca distanza d’auto dalle maggiori attrazioni della provincia di …

otr

Imprevisti on the road

Cronaca di una viaggio in auto Piemonte/Toscana durato undici ore. Ore 6.30 – Domenica. Un caldo soffocante già alle prime ore del mattino. Partiamo da casa con la nostra fidatissima auto che ci ha accompagnato per così tanti chilometri che ormai quasi non riusciamo a pensare di poter viaggiare con una macchina differente. Finalmente ci dirigiamo verso qualche giorno di tranquillità e di relax, quelli che servono prima di una grande decisione. La Toscana è la meta prescelta per passare un po’ di tempo scoprendo l’Italia e assaporando l’estate ormai in arrivo. Tutto sembra essere perfetto. Sembra. Almeno fino a quando, a dieci chilometri dalla meta, la nostra auto decide di abbandonarci e non ripartire più. Morta. Caput. Nessun cenno di vita. Da felici viaggiatori intrepidi per il nuovo viaggio ci ritroviamo ad essere due ebeti sfigati e bloccati a piedi in un autogrill a guardare la loro auto andare via su un carroattrezzi guidato da un poco promettente addetto ACI. Bene ma non benissimo. Che si fa?! Ci serve un tassista che ci porti al più vicino car rental in modo da …

GoCambio - Un nuovo modo di viaggiare gratis

GoCambio, un nuovo modo di viaggiare gratis

Navigando per il web, tra i vari siti e blog di viaggi, ho recentemente scoperto un portale dedicato ai viaggiatori (quelli un po’ squattrinati come me) che mentre sono a spasso per il mondo amano provare per un po’ la vera vita da local. GoCambio è un progetto relativamente nuovo (che non conoscevo fino a pochi giorni fa) e che permette ai viaggiatori di usufruire della loro lingua madre o delle loro altre competenze per insegnarle ai locali in cambio dei pasti e di una stanza in cui dormire durante il viaggio. In questa immagine trovata su Google credo siano spiegati in modo chiaro i princìpi che stanno alla base di questo nuovo modo di girare il mondo. Viaggiando per il Regno Unito nei miei anni vissuti a Londra, la cosa che più amavo fare era alloggiare nei classici B&B. Il modo migliore per conoscere un luogo, come già vi avevo spiegato qui, è vivere a stretto contatto con le persone che ci abitano da sempre, che ne conoscono la storia e che hanno l’esigenza di trasmettere l’amore per il proprio territorio a chi …